www.carsismo.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Befana 2012 Poggiorsini

E-mail Stampa PDF

Befana 2012Quest’anno le Befane non si sono calate dal campanile della cattedrale. È arrivato il «no» della soprintendenza. L’evento non era nell’agenda altamurana degli appuntamenti organizzati per le festività, coordinati dall’amministrazione comunale. Un po’ di delusione non ha tardato a diffondersi, anche perché l'appuntamento attira tante persone dalle città limitrofe. A promuoverla è il Centro altamurano ricerche speleologiche. Il Cars ha portato l’edizione 2012 a Poggiorsini, dove il ricavato dei fondi raccolti con la vendita delle calze servirà a realizzare un oratorio.

Sarebbe stata la quinta edizione ad Altamura. L’evento, negli scorsi anni, ha reso piazza Duomo troppo piccola per contenere tutti i presenti. Il presidente del Cars Angelo Squicciarini spiega che «nonostante il mio interessamento e quello dell’assessore alla cultura Giovanni Saponaro, ci siamo trovati di fronte al muro della soprintendenza e della diocesi». Don Nunzio Falcicchio, direttore dell’Ufficio diocesano Beni Culturali, sottolinea che «la diocesi si è adeguata alla volontà della soprintendenza. Già lo scorso anno - aggiunge - aveva espresso verbalmente parere negativo».

La motivazione, dunque, risiede nella tutela dell’edificio federiciano, bene storico e architettonico che la stessa diocesi sta cercando di valorizzare. Si vogliono prevenire danni. Le giovani guide del corso in “Tutor diocesano dei beni ecclesiastici della Murgia”, riunitesi nell’associazione “AlTurismo”, stanno offrendo la possibilità di visitare i matronei e il campanile. C’è stato un boom di richieste.Ma rimane il punto interrogativo. Come mai la soprintendenza ha detto no dopo quattro edizioni? L’assessore Saponaro sottolinea che «per l’am - ministrazione era tutto pronto, ma la diocesi ha riferito che occorreva chiedere l’autorizzazione alla soprintendenza. Negli scorsi anni questa necessità non c’era mai stata».

Don Vito Colonna, parroco della cattedrale, si dice «contrario alla manifestazione. Non è opportuno utilizzare l’edificio per l’evento. Avevo proposto di spostare la calata sulla torre dell’orologio, che è di proprietà comunale». Ma Saponaro risponde: «Troppo stretta, non è praticabile».

Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno

 

Immagini della manifestazione:

Clicca per ingrandire