www.carsismo.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Associazione

E-mail Stampa PDF

Il Centro Altamurano Ricerche Speleologiche è una associazione senza scopi di lucro fondata nel 1950.
Tra i gruppi speleologici pugliesi è quello di più antica formazione, uno dei primi in Italia.
Nell'anno 2000 il CARS compie, dunque, i suoi primi cinquant'anni. In tanti anni di attività sono stati ottenuti numerosi risultati e la Grotta di Lamalunga è stata sicuramente la scoperta più eclatante che si è aggiunta alla già lunga lista di grotte rinvenute dal Centro.
Una scoperta che ha dato tanta soddisfazione ma anche tantissimi problemi sin dall'inizio.
Ricordiamo ancora i primi giorni dopo la scoperta: le notti insonni, le giornate frenetiche, l'assedio dei giornalisti, i problemi della tutela, i contrasti con la stampa, le incomprensioni, le diffide, le denunce, i carabinieri, i magistrati...
Ancora oggi, a distanza di anni molti problemi sono lontani dall'essere risolti, ma noi speleologi siamo caparbi e tenaci: non ci scoraggiamo e guardiamo anche agli aspetti positivi.
Il lato buono della vicenda sta, oltre ovviamente che nell'eccezionalità del ritrovamento, nell'avere incuriosito la gente.
Certo avremmo voluto che anche le altre scoperte avessero avuto la stessa fortuna e lo stesso interessamento ma quasi mai è stato così e gli sforzi fatti in passato per divulgare il fascino della Speleologia non sono stati adeguatamente ricompensati.
La scoperta di Lamalunga ha finalmente offerto l'occasione di premiare tanti anni di fatiche ed esperienze accumulate dal Centro grazie all'impegno profuso dai numerosi soci che si sono avvicendati e che hanno visto il loro lavoro spesso incompreso, sottovalutato, a volte persino disapprovato da coloro che alla Speleologia sono estranei.
Tutto ciò non è ancora sufficiente.
La Speleologia bisogna viverla per capirla.
Ed è una grande gioia per noi trasmettere ad altri la nostra passione, introdurli alla Speleologia, vederli affascinati e rapiti dal mondo "di sotto", completamente diverso da quello "di sopra".
Un mondo non solo fisicamente diverso ma diverso anche nel modo di essere di chi lo frequenta, nei rapporti umani veramente... profondi che si possono stabilire tra il popolo delle grotte.
Per questo la Speleologia è qualcosa che non si può spiegare, che non si può raccontare, che bisogna assolutamente provare, e che poi, inevitabilmente, contamina, appassiona, entusiasma, avvince.